Seleziona una pagina

Blog di ITC LAW

Per aziende e professionisti

Estensione territoriale della garanzia assicurativa

da | Mar 19, 2021 | Assicurazione di Responsabilità Civile

Qual è il significato di estensione territoriale?

Le polizze di responsabilità civile generale hanno un’estensione territoriale definita: l’assicuratore, cioè, individua (o concorda in caso di specifiche richieste dell’assicurato) l’ambito territoriale entro il quale il contratto avrà efficacia.

La tematica dell’estensione territoriale della garanzia assicurativa, come si può immaginare, non è affatto di poco conto sia per quanto attiene le esigenze di tutela da parte dell’assicurato, sia per quanto riguarda il rischio cui si espone l’assicuratore.

Sotto questo profilo, infatti, occorre tenere presente che il rischio RC è strettamente connesso, per evidenti ragioni, al sistema normativo in vigore nel paese di accadimento del fatto: variano i regimi di responsabilità, le norme processuali che disciplinano il diritto all’azione, i criteri di risarcimento del danno e le stesse voci risarcitorie (pensiamo all’istituto dei danni punitivi negli Stati Uniti, ad esempio).

Scopri cos’è l’avviso di sinistro.

Talvolta l’inassicurabilità del rischio può derivare dalla difficoltà di gestire un eventuale sinistro in un territorio nel quale la situazione politica non consenta l’accesso ad incaricati della compagnia o sia l’assicuratore stesso a non possedere il necessario know how o le strutture per poter offrire al proprio assicurato assistenza tecnica ed organizzativa adeguate alla trattazione dei sinistri. In questi casi l’assicuratore individua specificamente per quali territori la normativa contrattuale non troverà applicazione.

Un esempio classico è dato dalle coperture RC Prodotti, nelle quali esiste una clausola specifica di estensione della copertura per i sinistri accaduti in USA e Canada, ovviamente con una diversa quotazione del rischio, che prevede, peraltro, franchigie, scoperti e massimali differenti.

Estensione territoriale assicurativa in USA

Polizza R.C. prodotti

Il caso della responsabilità da prodotto difettoso di un assicurato italiano per un fatto accaduto negli Stati Uniti è emblematico, infatti, della complessità delle problematiche sottese al rischio, quali:

  • il regime di strict liability previsto dall’ordinamento statunitense in tema di Product Liability
  • la differente disciplina delle responsabilità solidali a seconda dei diversi ordinamenti dei vari Stati
  • il fatto che organi giudicanti siano le giurie popolari e che sia prevista la possibilità di una condanna a somme particolarmente ingenti a titolo di danno punitivo.

In questi ultimi casi il rischio dell’assicuratore non consiste più soltanto nella possibilità che il patrimonio dell’assicurato venga aggredito in ragione di sentenze di condanna al risarcimento, come tali aventi natura compensativa del pregiudizio arrecato a terzi.

Il rischio infatti è aggravato dalla possibilità che, a causa dei medesimi comportamenti colposi dell’assicurato che hanno determinato la pronuncia giudiziale, il patrimonio di quest’ultimo venga esposto ad ulteriori e gravi pregiudizi in ragione di una condanna avente natura punitiva e deterrente di comportamenti analoghi.

Appare, pertanto, del tutto ragionevole che, in caso di sinistro accaduto in territorio statunitense, l’assicuratore intenda delimitare preventivamente (o escludere se ritiene non assicurabile il rischio) la sua possibile esposizione. Attraverso una differente quotazione del premio:

  • sia introducendo franchigie e scoperti che coinvolgano l’assicurato nell’eventuale esposizione risarcitoria e, conseguentemente, lo sensibilizzino a politiche di prevenzione,
  • sia, infine, adeguando i massimali ed escludendo espressamente dalla copertura i danni punitivi.

Garanzia RCO

Non si pongono particolari problemi di estensione territoriale, invece, per quanto riguarda l’infortunistica sul lavoro, sia perché l’esposizione si riduce, spesso, alla rivalsa degli istituti previdenziali stranieri, generalmente in convenzione con l’Inail, sia perché il lavoratore danneggiato è spesso italiano e la gestione del sinistro si sviluppa normalmente secondo istituti e norme del nostro Paese, di fronte alla giurisdizione italiana.

Non costituisce forma di delimitazione dell’estensione territoriale dell’assicurazione l’indicazione del luogo dello studio professionale, posto che tale riferimento geografico assolve solo alla funzione di identificare specificamente il soggetto assicurato e la sua sede, ma non intende certo delimitare la copertura ai danni eventualmente cagionati solo in quel luogo.

Diversamente, invece, nel caso di una polizza RCT con individuazione specifica della sede dello stabilimento assicurato, si intendono coperti i soli danni eventualmente accaduti all’interno o nel piazzale dello stesso, ma non anche quelli cagionati in altre sedi, salvo che non sia prevista l’estensione ai danni cagionati nel corso di lavori presso terzi.

Come avviene la richiesta di risarcimento e quali sono gli obblighi di denuncia dell’assicurato?

Avv. Italo Partenza

Nato a Macerata il 28 giugno 1964. Fondatore ITC Law – Esercita la professione nell’ambito dei settori di specializzazione dello studio. Docente in Master in tema di responsabilità civile ed assicurazione. Collabora con l’associazione Broker assicurativi italiani (AIBA) e partecipa al Comitato di redazione della rivista Responsabilità Medica – Diritto e Pratica Clinica di Pacini Editore. Collabora con Riviste ed Enti di Formazione.

Avv. Roberta Victoria Nucci

Nata ad Arezzo il 27 settembre 1990 Co Fondatrice ITC Law – Esercita la professione nell’ambito dei settori di specializzazione dello studio Collabora in attività formative e con la rivista Responsabilità Medica – Diritto e Pratica Clinica di Pacini Editore, anche curandone l’aggiornamento online.

Share This