Seleziona una pagina

Blog di ITC LAW

Per aziende e professionisti

Assicurazione di Responsabilità Civile Generale

da | Ott 30, 2020 | Assicurazione di Responsabilità Civile

Cos’è l’assicurazione di responsabilità civile generale (RCG)?

L’assicurazione di responsabilità civile generale è il contratto in virtù del quale l’assicuratore si obbliga a tenere indenne l’assicurato dal rischio che il suo patrimonio venga intaccato dalle conseguenze economiche delle azioni risarcitorie promosse da terzi per una presunta responsabilità derivante all’assicurato per fatti o atti da lui commessi, o dalle persone delle quali debba rispondere, nell’esercizio di una specifica attività individuata in polizza.

Con il termine assicurazione di responsabilità civile generale si intende qualsiasi polizza che copra il rischio della responsabilità civile non conseguente alla circolazione di veicoli o natanti (RC Auto).

Anche se nel nostro ordinamento si parla genericamente di ramo RC generale per distinguere questo tipo di copertura dall’assicurazione obbligatoria RC Auto, esistono in realtà diversi tipi di garanzie RC, che si differenziano in taluni aspetti dall’assicurazione di responsabilità civile generale propriamente detta, in ragione della peculiarità delle attività svolte dagli assicurati (ad esempio assicurazione RC sanitaria, RC prodotti, RC operai etc…).

Che funzione ha la garanzia di responsabilità civile?

La funzione del contratto, dunque, è quella di traslare sull’assicuratore il rischio di eventi negativi a danno del patrimonio dell’assicurato, in conseguenza di fatti o atti che siano giuridicamente fonte di responsabilità civile verso terzi.

Quindi, se l’assicurato riceve una richiesta di risarcimento in conseguenza di un errore commesso nell’esercizio di una attività coperta dall’assicurazione, potrà essere tenuto indenne dal suo assicuratore, che sosterrà – nei limiti del contratto (massimale, franchigia o scoperto) – il costo dell’eventuale risarcimento e delle spese necessarie alla difesa.

Facciamo un passo indietro…

Da un punto di vista storico l’esigenza di un’assicurazione RCG nasce sin dal XIX secolo, in piena rivoluzione industriale, con lo sviluppo della produzione e l’aumento dell’utilizzo delle macchine, spesso fonte di danni a terzi anche al di là delle concrete possibilità di controllo dell’utilizzatore.

Nasce, in quel periodo, un’esigenza, tuttora fortemente presente, di tutela nei confronti di terzi per i rischi di attività imprenditoriali tanto socialmente utili quanto pericolose.

L’assicurazione diviene presto lo strumento migliore per:

  • quantificare il costo del maggior rischio introdotto nella società da una determinata attività,
  • non lasciare la società priva di un eventuale risarcimento per attività sia pure socialmente utili, ma anche a volte, gravemente dannose.

Quali rischi si verificano senza la sottoscrizione di un’assicurazione?

L’assenza di un’assicurazione scoraggerebbe professionisti, imprenditori, specialisti, dall’accollarsi i rischi di nuove pericolose iniziative professionali o imprenditoriali, necessarie ed utili per la collettività, nel timore di non essere poi in grado di fronteggiarne le eventuali conseguenze risarcitorie.

Da un punto di vista sistematico possiamo dire che l’assicurazione di responsabilità civile generale rientra nell’ambito dell’assicurazione contro i danni ed è stata considerata, per le ragioni sopra esposte, un’assicurazione di patrimoni.

Infatti oggetto della copertura non è il terzo danneggiato, bensì il patrimonio dell’assicurato, che è esposto al rischio di impoverimento in conseguenza di un obbligo risarcitorio.

Chi è l’assicurato?

Il soggetto assicurato è colui il cui patrimonio è esposto al rischio di depauperamento, per cui è certamente possibile contrarre una polizza di responsabilità civile per conto di chi spetta o in favore di terzo, ma il beneficiario non potrà mai essere l’avente diritto al risarcimento, bensì dovrà essere sempre colui che la legge possa configurare come civilmente responsabile per l’attività assicurata.

Cosa occorre assicurare?

Emerge sin da subito piuttosto chiaramente come questo tipo di assicurazione faccia sempre riferimento ad una attività piuttosto che ad un bene: il bene potenzialmente minacciato è, infatti, tutto il patrimonio dell’assicurato, ma il rischio assicurato è sempre riferito non alla generica possibilità di essere obbligati a risarcire qualsiasi tipo di danno, bensì solo con riferimento ad una specifica area di rischio (imprenditoriale, familiare, professionale etc…) tassativamente e preventivamente dedotta in polizza.
Nell’ambito dei rischi assicurati non si possono prendere in considerazione, invece, né sanzioni economiche di natura penale o amministrativa.

Cosa sapere sull’assicurazione di responsabilità civile generale?

Avv. Italo Partenza

Nato a Macerata il 28 giugno 1964. Fondatore ITC Law – Esercita la professione nell’ambito dei settori di specializzazione dello studio. Docente in Master in tema di responsabilità civile ed assicurazione. Collabora con l’associazione Broker assicurativi italiani (AIBA) e partecipa al Comitato di redazione della rivista Responsabilità Medica – Diritto e Pratica Clinica di Pacini Editore. Collabora con Riviste ed Enti di Formazione.

Avv. Roberta Victoria Nucci

Nata ad Arezzo il 27 settembre 1990 Co Fondatrice ITC Law – Esercita la professione nell’ambito dei settori di specializzazione dello studio Collabora in attività formative e con la rivista Responsabilità Medica – Diritto e Pratica Clinica di Pacini Editore, anche curandone l’aggiornamento online.

Share This